Nome

 

Recensione

 

 

Maestro supremo in scienze esoteriche
Specializzato in Ritorni d'Amore con compenso a Risultato ottenuto
 
biografia

Visite totali:

Gentili Clienti, per motivi di aggiornamento professionale sono costretto a sospendere temporaneamente la mia attività di consulenza fino a Dicembre di quest'anno, poichè sarò molto impegnato a studiare nuove materie che garantiranno a Voi stessi ulteriore professionalità e garanzia nei consulti e nelle prestazioni erogate.
Per tutelare e rassicurare la mia clientela che in in oltre 25 anni di attività si è affidata a me e che avesse bisogno di informazioni o spiegazioni su prestazioni già erogate potrete contattarmi al mio indirizzo mail oppure direttamente al mio cellulare

(+39) 349-6713953

Lello il Sensitivo, nasce a Caserta nel 1973, figlio del "MAESTRO CLEMENTE", già noto in tutto il mondo per le sue notevoli doti di veggente e conoscitore del paranormale. Il MAESTRO già negli anni '60 faceva parlare la carta stampata delle sue incredibili doti e conoscenza sulle arti esoteriche ma anche come studioso delle religioni di ogni tempo, dalla biblica caduta della "Torre di Babele" alle allora conosciute religioni, praticate in ogni angolo del globo. Il "MAESTRO" continuava, a sua volta, le conoscenze che gli erano state tramandate da suo nonno che proveniva dal casato del "VESCOVO", soprannome le cui ricerche avevano portato il MAESTRO a scoprire, che il proprio casato derivasse proprio da un alto prelato, che, di ritorno dalla PALESTINA, si era stabilito nell'allora Italia Meridionale, nelle zona che fu poi denominata CAMPANIA FELIX. E da documenti, ancora in possesso di Lello, risulta un'antica conoscenza su queste arti citate anche in numerosi testi che andarono distrutti della biblioteca del sapere di Alessandria d'Egitto.
Il MAESTRO, che ha dedicato tutta la sua vita alla studio delle porte temporali, della teofisia, dei noduli gravitazionali, della teologia, astrologia, parapsicologia, esoterismo,etc. fu anche protagonista del ritrovamento della "Pietra della S.Alleanza", citata in numerosi testi storici (di cui trovate precisa descrizione nella sezione dedicata), e di cui la stampa, anche nazionale, ne diede enorme risalto.

Il MAESTRO, che ci ha lasciato nel novembre 2010, lasciando un vuoto incolmabile in Lello ed in quanti lo hanno conosciuto, non ha mai amato la né la pubblicità né il modo in cui in questi ultimi decenni si è affrontato il tema del paranormale, ed ha sempre fortemente insistito su suo figlio, Lello, affinchè lui continuasse a divulgare questi ideali.

Lello scopre a dodici anni di avere delle facoltà paranormali, ma rifiuta di crederci ed entra in conflitto con suo padre, il MAESTRO, che invece lo invita alla calma ed a riflettere su queste prime manifestazioni che gli si presentano. Ma Lello, turbato da quelle strane visioni che lo portarono a prevedere esattamente la morte di suo nonno materno, prevedendo luogo data e circostanze di tale tragico incidente stradale, che costò la vita proprio alla persona cui egli era più legato in età adolescenziale. Ma questo non fù l'unico, poiché da allora di previsioni tragiche se ne manifestarono tante, al punto di prevedere la morte per incidente in moto di un suo allora compagno di scuola, e di altre persone care. Il MAESTRO lo seguiva, lo ascoltava cercava di indirizzarlo, ma lui, allora quindicenne, voleva sfuggire a tale richiamo della natura e delle forze superiori che governano l'al di là, ma nel settembre del 1988 una crisi mistica-adolescenziale, che lo portò in un primo momento a credere di essere diventato pazzo, poi lo portò, sempre iniziato dal MAESTRO suo padre, a studiare la materia esoterica, iniziando proprio dallo studio delle religioni e delle culture degli "ANTICHI", da quella celtica a quella egiziana, dall'indiana a quella afro-cubana della Santeria, e tante altre.

Furono anni difficilissimi, di indecisioni, di voglia di sapere cosa, qualcuno al di sopra di noi, avesse creato e disegnato per i millenni a venire per il genere umano. Con l'intensificarsi degli studi e delle pratiche di iniziazioni a questo mondo il MAESTRO, riuscì a fargli superare quelle paure e quei conflitti interiori iniziali, e dal 1990 lo portò con sé in giro per il mondo a testare sul campo ed a fargli visionare di persona, quante forme di mistero potessero esistere,ma non solo. Infatti il Maestro gli presentò tantissimi studiosi di questo mondo, con i quali Lello hai poi mantenuto e mantiene ancora tanti contatti di ricerca e di approfondimento, soprattutto in India, in Africa e nell'America Meridionale.

Nel Luglio 1991, ottenuto il diploma di scuola media superiore, effettua un ritiro spirituale di circa 4 mesi in un luogo segreto e talmente mistico che gli da la consacrazione di "SENSITIVO LELLO" riconosciuto dall'A.I.R.E. (Associazione Internazionale per lo studio e le Ricerche Esoteriche), con tali meriti da divenirne nello stesso anno Vice-presidente Italiano.

Nel novembre dello stesso anno, inizia la sua attività professionale attraverso piccole emittenti radiofoniche e televisive locali, nonché gestendo una rubrica di astrologia per alcune testate locali.

Nel 1998 anche MEDIASET si accorge di lui, fino al punto di testarne le sue facoltà alla presenza di un Noataio. Così va in onda "PREDIZIONI" in prima serata su Italia 1,condotto da Enrico Papi, e lui riesce a sbalordire platea e pubblico da casa con i quesiti che gli erano stati sottoposti, e riuscendo, sempre alla presenza in studio di un notaio, a scovare nel pubblico un uomo misterioso.


Nel 1999, in diretta dal "MAGIC WORLD" di Napoli sull'emittente televisiva Canale 21, davanti ad un pubblico di circa 2.500 persone, con una ritualistica svolta in pubblico, predice con 10 giornate di anticipo il ritorno del calcio Napoli in serie A, facendo comparire misteriosamente sul proprio braccio la lettera "A".
Nel 2006, durante i mondiali di calcio in Germania, i giornalisti RAI, vengono a conoscenza del fenomeno Lello il Sensitivo, a tal punto di sganciare una troupe televisiva completa di giornalista da tale evento, per metterla al suo seguito e verificarne sul campo le sue apparizioni davanti al pubblico europeo. Infatti numerosi spettacoli tenuti in Belgio, Germania,Francia, Svizzera,Italia con presenze di migliaia e migliaia di persone tenuti da uno studioso di sensitività suscitano talmente interesse a tal punto che RAI UNO gli dedica uno speciale di 12 minuti andato in onda nella trasmissione "...e la chiamano estate!" condotta da Michele Cucuzza.
Ancora oggi lui continua a studiare ed a definirsi un ricercatore del paranormale e non un venditore di magia o di illusioni.